Home » Didattica » Il modello AS-AD: l’equilibrio

Il modello AS-AD: l’equilibrio

Le equazioni che definiscono la curva AS e la curva AD sono le seguenti:

La posizione della curva AS dipenderà da Pe, cioè dal livello atteso dei prezzi ed è per questo che lo consideriamo costante (guardiamo quindi al breve periodo). La posizione della AD dipenderà da M,G e T, cioè da variabili relative alla politica monetaria o fiscale. Anche in questo caso le consideriamo come costanti.

Nel breve periodo il punto di intersezione tra le due curve segnerà il livello di P e Y di equilibrio.

equil as ad

Come possiamo vedere non è detto che tale livello di equilibrio coincida con il livello naturale di P e Y. Si potrà essere al di sopra (come in figura) o al di sotto di esso. Eppure il livello naturale di output e dei prezzi costituisce un punto di riferimento fondamentale. E’ infatti proprio la discrepanza tra tali lvelli naturali e i livelli (sempre output e prezzi) attuali che innesca quei movimenti dinamici che ci permettono di differenziare il breve dal medio periodo. Infatti, alla fine, se per un motivo o l’altro si verifica detta discrepanza, si innesca un meccanismo che riporta la variabile Y al livello di Yn. La curva AS infatti si sposterà verso l’alto fino ad incrociare la AD in corrispondenza di Yn. L’output ritornerà quindi al livello naturale, mentre P sarà ben più alto.

Ma che cosa è che determina valori di Y diversi da Yn? Prendiamo in considerazione tre casi: un aumento dell’offerta di moneta, un ariduzione del deficit di bilancio e un aumento del prezzo del petrolio.

  • Politica monetaria espansiva.

AD ultimo

Dalla precedente equazione capiamo subito che gli effetti immediati di una espansione monetaria consistono in un aumento di Y. Il motivo è evidente: la curva LM si sposta verso destra e diminuisce il tasso d’interesse che a sua volta stimola gli investimenti che aumentano la domanda aggregata. Il risultato sarà un aumento di Y. Per il nuovo livello di Y avremo un valore più alto di P poichè ci muoviamo lungo la curva AS e la curva AD si sposterà verso l’alto per portarsi in equilibrio.

Il nuovo equilibrio però è tutt’altro che definitivo. L’aumento dei prezzi infatti riduce il valore di M/P provocando di nuovo lo spostamento della LM ma questa volta verso l’alto, il livello di output diminuisce e si alza il tasso d’interesse. Siccome Y è ancora maggiore di Yn le aspettative sui prezzi saranno al rialzo e rimarranno tali fino al momento in cui M/P raggiungerà il valore di partenza, cioè fino a quando la massa monetaria ritornerà al valore di partenza. Allora vedremo che Y=Yn   ma P>Pn.

  • Riduzione del deficit di bilancio

L’effetto di breve periodo di una riduzione del deficit è una contrazione dell’output; nel medio periodo invece la produzione tenderà a tornare ai livelli precedenti mentre i prezzi (e il tasso d’interesse) saranno minori.

La riduzione del deficit infatti sposta la curva AD verso sinistra (infatti è la stessa curva IS che si sposta a sinistra modificando l’equilibrio con la LM); il nuovo equilibrio AS-AD comporterà Y'<Yn (output naturale) e P'<Pe (aspettative sui prezzi); i prezzi inferiori alle aspettative determineranno un ribasso delle aspettative stesse con conseguente spostamento verso il basso della AS fino a quando Y=Yn; nel medio periodo dunque l’output tornerà a livello precedente all’azione di politica fiscale ma i prezzi saranno inferiori.

A livello di curve IS-LM notiamo che l’abbassamento del livello dei prezzi determina un aumento dell’offerta reale di moneta (M/P) e ciò comporta un aumento della produzione in quanto la LM si sposta verso il basso; anche il tasso d’interesse si abbassa con conseguente maggiore convenienza degli investimenti; man mano Y ritorna al valore di Yn.

Abbiamo rilevato un aspetto molto interessante: nel medio periodo la riduzione del deficit di bilancio comporta un aumento degli investimenti  (SENZA ALZARE LE TASSE). Se infatti prendiamo l’equazione Y=C(Y-T)+I(Y,i)+G, notiamo che C rimane inalterato, G diminuisce, di conseguenza dovrà essere necessariamente I ad aumentare per compensare la riduzione di G.

  • Aumento del prezzo del petrolio

Intuitivamente un aumento del prezzo del greggio comporta un generalizzato aumento dei prezzi. Il petrolio è fondamentale per produrre energia e l’energia è necessaria per produrre qualsiasi bene o servizio. Cerchiamo di capire meglio cosa succede utilizzando le nostre formalizzazioni.

Per semplificare includiamo l’aumento del prezzo del petrolio in una delle variabili che abbiamo già considerato: il mark up µ. Infatti se aumentano i costi di produzione, fermi restando i salari, avremo un aumento del mark up (anche se poi, di fatto, tale incremento non finisce nelle tasche dell’imprenditore).

oil price

Dato che P=W(1+µ) (lo potete leggere qui)  l’aumento dei prezzi fa spostare verso l’alto la curva AS; l’output diminuisce da Yn aY’n (ed infatti il tasso naturale di disoccupazione è pari a 1/(1+µ) come è possibile leggere qui); l’equilibrio man mano si sposta verso Y’ dove abbiamo l’intersezione con la curva AD. Qui già il livello dei prezzi si è alzato ma passando dal breve al medio periodo Y tenderà a ritornare al suo nuovo livello naturale Y’n e qui il livello dei prezzi sarà ancora maggiore. E’ molto interessante quindi notare che P aumenta nonostante W resti invariato e che l’output naturale Y’n retroceda rispetto a Yn.

La dinamica appena riportata è risultata molto appropriata dagli anni ’70 in poi. Oggi però inizia a scricchiolare un po’ nel senso che l’innalzamento del prezzo del petrolio (oltre 180$ al barile nel luglio 2008) non ha scatenato fenomeni inflattici come in passato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: